vedi tutti

BUON VIAGGIO….
Le parole di un volontario, al km 5, gli fanno cambiare improvvisamente visione, la competizione si trasforma di botto, in un meraviglioso, bellissimo viaggio…
Il sole spinge alle spalle, allungando l’ombra davanti all’atleta, indicandogli la strada… Meravigliose Alpi, spoglie di neve, si allargano su tutto l’orizzonte, rallegrando i suoi occhi.
La strada scorre, sotto di lui, ed il paesaggio, quasi immutato, lo accompagna lungo la sua avventura.
Cambiano invece gli sguardi delle persone che incontra lungo il percorso, ora familiari e amici di altri atleti , sorridenti, a qualche ristoro, a scambiare un cinque, ora pensionati seduti sulle panchine, a chiacchierare lungo i viali, o in mezzo ai paesini che si attraversano, occhiate fugaci ed incredule, oppure di disapprovazione.
Una coppia dal suo giardino, invece si sbraccia a salutare, applaude ed incita, gli occhi si incrociano e il corridore dice “GRAZIE”…
Si sente chiamare per nome, improvvisamente, e vede con gioia il sorriso dell’amico Daniele, che si sbraccia ed incita al chilometro 40esimo.
La statale continua a scorrere sotto i suoi passi, ed un motivetto estivo, modificato gli fa compagnia… 
Giudici sparsi lungo il tragitto, annotano il suo numero di pettorale, a volte alzando appena lo sguardo, come se fosse un lavoro monotono e noioso, non sanno che per l’atleta in quel momento, un sorriso vale più di mille parole.
Qualche ciclista che lo supera, leggendo il nome sulla canotta, lo saluta e sprona chiamandolo, facendolo sorridere e rincuorare.
Alcune prostitute sbucano da stradine secondarie, una parlotta con un automobilista, altre si fanno i fatti loro, ma una in particolare, invece, si sporge, lanciando un sorriso entusiasmante, applaude e dice, vai, vai, corri, corri… quasi come se per qualche secondo, volesse dimenticare il reale motivo per cui si trovava li…. Il ragazzo che corre apprezza, annuisce, e risponde anche lui con un caloroso sorriso.
La sera incomincia a calare, e il podista, trovato un compagno di viaggio, ora ha voglia di scambiare qualche battuta con i meravigliosi volontari dei ristori, ragazzi sorridenti, ed entusiasti, felici anche loro di contribuire a rendere meno faticoso questo bellissimo viaggio.
Con il calare della notte, e la strada sempre più buia, cambia la visione dell’avventura, ora si cercano non gli sguardi, ma le rassicuranti luci lontane delle rare abitazioni sparse nelle campagne.
La notte è fonda, ed improvvisamente, il nostro amico si sente chiamare, a squarciagola, dall’amico Daniele che compare dal nulla, nel buio ad incitarlo lungo il suo ultimo chilometro.
Il rumore dei passi si fa più veloce, e come un bimbo che corre fuori dalla scuola, il nostro podista attraversa il traguardo… 
Ha terminato il suo viaggio, cercando di fare tesoro di ogni momento che è riuscito a imprimere nella sua mente; ci ha messo tutto il suo entusiasmo, la sua gioia e le sue emozioni, sperando, anche quella sera, di poterle stringere per lungo tempo nel suo cuore.
Papu

E’ stata davvero una fantastica giornata. 
Ringrazio le favolose donne della mia vita, Nadia e Malvina, che mi sostengono sempre, incondizionatamente, rendendomi semplice sia gli allenamenti che la partecipazione alle gare.
Ringrazio Ross per essere venuto a trovarmi alla partenza, e Daniele, per la meravigliosa sorpresa all’arrivo lungo il percorso.
Ringrazio Luigi per i suoi calorosi abbracci, carichi di amicizia, e affetto che ci siamo scambiati più volte durante la giornata.
Ringrazio altresì il caro Matteo, sempre pacato e sorridente, una presenza forte e rassicurante, e Vincenzo, allegro e sorridente.
Ringrazio anche tutti gli amici 992 e della mia squadra Happy Runner, per il caloroso sostegno ed i messaggi ricvuti, prima, durante, e dopo la gara.

Chiudendo gli occhi, a 48 ore dalla corsa, ho un ricordo molto nitido, palpabile, ed appagante,
un gruppetto di amici, che cenano, alle 23,00 intorno ad un tavolo, sotto un tendone, e si raccontano a caldo le loro emozioni del viaggo terminato da poco; ognuno l’ha vissuto in modo diverso, e le emozioni raccontate, sono pure, sincere e genuine, come sono genuini i loro sguardi ed i loro sorrisi.
Chi ha vissuto momenti di crisi e di sconforto, superati, tirando fuori energia e grinta; chi raccontava il suo personale soddisfatto e chi sempre sorridente e tranquillo, a cogliere dalle gare tutto il divertimento che loro offrono. 
Io osservavo, felice, assaporando tutta la bella energia che usciva fuori. 
Momenti indelebili. Persone vere.

Il ventesimo posto assoluto, e la buona prestazione cronometrica sono le ciliegine che si aggiungono a questa bella torta.



09/10/2017


Per lasciare un commento devi essere un utente registrato

commenti [1]

 
L M M G V S D
    01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. OK